ago
13
2013

“POMARIA” la festa della mela della Val di Non…

9° EDIZIONE – SABATO 12  E DOMENICA 13 OTTOBRE 2013

La grande festa del raccolto, un grande evento che vedrà protagoniste la Val di Non e la Val di Sole, le Strade del Vino e dei Sapori del Trentino, le mele appena colte, le tradizioni e i sapori locali. La scoperta di luoghi testimoni di storia e cultura, i colori e i profumi dell’autunno, l’arte e il sapere popolare con musica, giochi e fi abe per divertirsi anche assieme ai più piccoli.
Tutto questo vi aspetta nella valle incantata delle mele!

Pomaria la festa della Mela in Val di Non

#pomariavaldinon da non perdere!


Che la mela sia la regina della Val di Non è ormai un fatto risaputo! Sono oltre 5.000 le famiglie contadine che in Val di Non coltivano con cura la terra e in autunno si ritrovano nei campi per condividere la grande festa del raccolto delle mele.

La Val di Non invita tutti a questo grande momento di festa e bontà!

Ogni anno il secondo week-end di ottobre l’appuntamento in Val di Non è con ”POMARIA“, la grande festa della mela nella sua patria italiana: si potrà raccogliere la mela direttamente dall’albero assieme al contadino, imparare a cucinare il classico strudel e portarlo a casa con se, eleggere la “Più buona del Reame” e partecipare a tanti altri momenti divertenti e golosi pensati per grandi e piccini all’interno dell’antico borgo rurale di Casez.

Trazizione e cultura non solo food..
  •  Pomaria, dal latino pomarium, frutteto, e in onore di  Pomone, dea protettrice dei frutteti, rappresenta il forte legame con una terra antica che sa valorizzare il passato per far conoscere la propria cultura.Le vie del centro del borgo di Casez saranno animate da rappresentazioni di antichi mestieri, musiche, mercatini e una mostra pomologica.Degustazioni di vini e prelibatezze locali attenderanno gli ospiti: il Groppello di Revò, le celebri mele D.O.P. della Val di Non,  il Casolét e la Mortandéla affumicata, presidio Slow Food.

I visitatori potranno godersi la bellezza delle valli di Non e di Sole attraverso lunghe passeggiate e partecipare in prima persona alla raccolta delle mele direttamente nel frutteto. E per i più piccoli giochi per divertirsi insieme, fiabe e iniziative per conoscere le meraviglie della natura..

vi aspettiamo….

Pomaria  è attenta anche all’ambiente!

Grazie alla collaborazione con l’assessorato all’Ambiente della Comunità della Val di Non tutti i visitatori e gli espositori di Pomaria saranno invitati ad effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti. Tra le vie di Casez saranno allestite 3 isole ecologiche presidiate da personale esperto che guiderà tutti al corretto smaltimento dei rifiuti.

Anche la tavola avrà la sua anima verde: in tutti i punti ristoro saranno utilizzate stoviglie in ceramica e bicchieri in vetro, e solo dove questo non è possibile stoviglie in materiali biodegradabili. Grazie alla collaborazione con la ditta Step Line inoltre verrà utilizzata e servita a Pomaria solo acqua proveniente dalle nostre montagne, attraverso l’utilizzo di un distributore allacciato alla rete idrica comunale.

Tutti gli espositori avranno infine a disposizione borse in carta e in mater-be al fine di evitare l’utilizzo di borse in plastica.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Commenti

Che la mela sia la regina della Val di Non è ormai un fatto risaputo. Sono, infatti, oltre 5.000 le famiglie contadine che in Val di Non coltivano con cura la terra e in autunno si ritrovano nei campi per condividere la grande festa del raccolto delle mele.Ogni anno il secondo week-end di ottobre l’appuntamento in Val di Non è con “Pomaria”, la grande festa della mela nella sua patria italiana: si potrà raccogliere la mela direttamente dall’albero assieme al contadino, imparare a cucinare il classico strudel e portarlo a casa con se, eleggere la “Più buona del reame” e partecipare a tanti altri momenti divertenti e golosi pensati per grandi e piccini all’interno dell’antico borgo rurale di Casez.Pomaria, dal latino pomarium, frutteto, e in onore di Pomone, dea protettrice dei frutteti, rappresenta il forte legame con una terra antica che sa valorizzare il passato per far conoscere la propria cultura.Le vie del centro del borgo di Casez saranno animate da rappresentazioni di antichi mestieri, musiche, mercatini e una mostra pomologica.Degustazioni di vini e prelibatezze locali attenderanno gli ospiti: il Groppello di Revò, le celebri mele Dop della Val di Non, il Casolét e la Mortandéla affumicata, presidio Slow Food.Terza edizione anche per Pom’arte , concorso di arte estemporanea che dopo il successo dello scorso anno con la partecipazione di 30 artisti viene riproposto per le vie di Casez (a breve sarà disponibile regolamento e bando d’iscrizione).I visitatori potranno godersi la bellezza delle valli di Non e di Sole attraverso lunghe passeggiate e partecipare in prima persona alla raccolta delle mele direttamente nel frutteto. E per i più piccoli giochi per divertirsi insieme, fiabe e iniziative per conoscere le meraviglie della natura.

18-ago-2013 alle 17:00

Scrivi un commento

Il commento sarà pubblicato solamente dopo la moderazione.