ott
18
2013

Conosciamo meglio i nostri scultori!!!!

ecco qui  un pò di informazioni in più sugli scultori che saranno con noi questa settimana..!!

Da oggi 19 ottobre saranno tutti e 4 al lavoro nel parco del Pineta.

Questi importanti scultori che vi presento qui di seguito, si esibiranno dal vivo nelle loro creazioni: da pannello pezzo di Cirmolo ridaranno vita  al legno realizzando opere uniche grazie alla loro sensibilità e capacità artistica.  Un’occasione unica per vedere da vicino come nascono le sculture e conoscere personalmente gli artisti.  Il filo conduttore del simposio sarà:  l’Incontro …

Durante il simposio sarà allestita una galleria con l’esposizione di alcune opere degli scultori presenti, nella galleria di collegamento interna al Resort che sarà visitabile tutti i giorni del Simposio.

Il simposio non avrà né vincitori né vinti , ma sarà solo un’esaltazione delle capacità di ogni singolo scultore e del legno in sé, come materiale principe della nostra terra.

Inma Garcia Arribas

Nasco il 15 di febbraio del 1964 a Riaza (Segovia) Spagna. Qui trascorro la mia infanzia per poi trasferirmi a Madrid coi miei fratelli dove studio il Liceo Scientifico e poi la laurea in Veterinaria. Per quattro anni mi dedico appassionatamente al lavoro veterinario e scopro una professione che chiede molti sacrifici ma regala grandi soddisfazioni. In seguito ad una selezione del Ministero degli Esteri spagnolo per un programma di Cooperazione Internazionale, mi si propone un periodo da trascorrere in Guatemala. Per un anno conosco i valori più arcaici della vita e provo l’impotenza di fronte a così gratuite sofferenze. Per amore vengo ad abitare a Denno in Val di Non nel 1993 insieme a Cesare, nel 1994 nasce Michele, nostro figlio. L’inserimento non è facile né immediato. Nell’anno 2000, sfogliando il giornale m’incuriosisce un annuncio relativo ad un corso di scultura del legno in Val di Cembra. Con l’aiuto del maestro Egidio Petri mi avvicino con passione al legno e agli scalpelli. Estrarre forme dal legno è la sensazione più bella, libera e personale che oggi mi accompagna. Ho fatto diverse mostre, collettive e personali. Solo la tecnica non è abbastanza, solo l’idea è insufficiente. Forse nella loro unione c’è la differenza fra l’artigianato e l’arte.

Inma Garcia

Roberto Merotto

Roberto Merotto nasce a Pieve di Soligo nel maggio del 1968. Comincia a modellare e scolpire frequentando il Liceo Artistico di Treviso dove si diploma nel 1987. Nel 1994 consegue la licenza di scultura all’Accademia di Belle Arti di Venezia. È stato allievo degli scultori Antonio Giancaterino e Giancarlo Franco Tramontin.
In vent’anni di scultura ha realizzato le sue opere sperimentando materiali diversi quali: argilla, gesso, pietra, ferro e bronzo. Conosce il legno frequentando il laboratorio dell’intagliatore Armando Tittonel a Barbisano.
Dal 1995 al 2004 ha insegnato discipline plastiche presso il Liceo Artistico di Belluno. Partecipa a numerosi concorsi nazionali ed internazionali di scultura e le sue opere sono esposte in Italia e all’estero ottenendo ampi consensi.

Roberto Merotto

Loris Oberrauch

Nasce a Trento nel 1973 e nel 1992 si diploma in chimica industriale. Nel 1998 inizia una collaborazione con il Maestro scultore della pietra Paolo Volks di Trento e successivamente, frequenta l’Accademia di Belle Arti G.B. Cignaroli di Verona nella sezione scultura con il docente Riccardo Cassini. Dal 2003 al 2005 insegna scultura nel corsi organizzati dal G.A.M. Gruppo Arte Mezzacorona e inizia una collaborazione con la compagnia “I Burattini di Luciano Gottardi” che durerà fino al 2012. Nel frattempo prende parte a diverse mostre, simposi e concorsi in Italia e in Europa.

Loris Oberrauch

Ernesto Demez

È nato nel 1951, ha frequentato l’Istituto d’arte di Selva in Val Gardena dove si è diplomanto nel 1974. Poco dopo ha iniziato ad insegnare scultura in legno presso lo stesso istituto dove insegna tutt’ora. Erns scolpisce sia figure in legno classiche legate alla tradizione sia sculture originali, di stile strettamente personale, tutte fornite di certificato di garanzia che ne attesta l’unicità.

Il tema fondamenteale della sua produzine è la figura femminile. Si tratta di opere eseguite con abilita tecnicae in forme naturalistiche accanto a espressioni scultoree moto semplici, tendenti all’astratto, espressive, slanciatem alla ricerca della bella linea e dell’armonia delle forme. Un altro materiale da lui prediletto è il bronzo in cui realizza per lo più opere di dimensioni ridotte.

Ernest Demez bozzetto

Vi aspettiamo numerosi anche se solo per un caffè e una passeggiata nel nostro parco!   Se i nostri ospiti sono contenti, siamo contenti anche noi!

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Commenti

Luciano possiede quel dono naturale che non si impara e non si insegna, una sorta di “talento che dà la regola all’arte” (I. Kant). Spazia dal marmo, alla pietra, al legno, materie che predilige in relazione alle necessità creative. Fra tutte ama più di ogni altra il legno, che lavora con abilità e che modella seguendone le forme sinuose dei nodi e degli intrecci: riesce a plasmare con intuito artistico e grande capacità l’essenza stessa di un pensiero attraverso un simbolismo personalissimo. Ogni scultura scaturisce da un unico pezzo di materiale dal quale l’artista trae sensazioni poetiche e stati d’animo propri della sua sensibilità umana. Il suo percorso di affermazione artistica comprende tra le numerose tappe alcune mostre personali e la presenza in molteplici collettive e rassegne artistiche nelle province di Brescia, Mantova, Reggio Emilia e Modena riscuotendo lusinghieri consensi di critica e di pubblico.

13-nov-2013 alle 19:53

Mi ero prefisso di venirvi a trovare,ma sono sorti degli imprevisti, ciao a tutti e buon simposio Adriano

Adriano Gasparini
26-ott-2013 alle 19:53

Scrivi un commento

Il commento sarà pubblicato solamente dopo la moderazione.